Videopoesie

smetto d’ essere trasparente

attacco una rotta alla nuca, macino acqua
trituro aria salmastra, la stessa in fondo all’utero, alla gola
m’insedio sulla prua, gli occhi ai quarti bianchi in alto

recito l’inverno, stanotte ho poche profezie prima di cadere in gocce
– restami sopra – come petali ordinati in fila
dentro rose asserragliate ai muri, disposte in guerra
prima di una metamorfosi il rosso scolora dentro le stive, non c’è
terraferma da toccare
ancora

da Le Stanze del Fiore Nero – ed. Lietocolle

Pubblicità

5 pensieri su “Videopoesie

  1. la cosa in sé è interessante e la poesia è buona, però non capisco perché essere così didascalici… la videopoesia avrebbe un potenziale immenso, non ha molto senso ridurla ad una successione di immagini, penso.

  2. smetto di essere trasparente…

    così mi sento io, a partire da ieri
    mi sembra di raccogliere la forza della pietra
    a partire dalle sensazioni che mi provocano il sangue!

    un buon sabato, amica mia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...