Archivi categoria: rivelazione

(nel labirinto)

nel gioco del vero hai messo radici silenziose per questo mi sono familiari i labirinti ritrovo i segni, l’ampiezza di costellazioni le isole perdute le altre ancora da riconoscere nella mia casa l’anima si è rannicchiata e sogna le mani … Continua a leggere

Pubblicato in alchimia, generazione di parole, incantesimi e profezie, rivelazione | Contrassegnato , , | 2 commenti

il linguaggio del profondo. mandala

(l’albero della vita – klimt) Sono stata da sempre affascinata dalle tradizioni dei popoli più antichi della terra. Le diverse usanze, le religioni, l’organizzazione sociale e soprattutto i simboli, i miti le leggende, appaiono come accessi privilegiati che sanno dell’epopea … Continua a leggere

Pubblicato in mandala, rivelazione | 17 commenti

le volte che sono ruscello

le volte che sono ruscello m’ incaglio dove inizia il cielo ed è come essere radice capovolta se questo sacro che umetta le labbra ritorna sotto la pioggia a viso scoperto in segni di lingue sconosciute quando nient’altro conta se … Continua a leggere

Pubblicato in donne, generazione di parole, rivelazione | 7 commenti

due abissi

mare e poesia hanno la stessa voce il fondo degli abissi

Pubblicato in essere, generazione di parole, rivelazione | 13 commenti

milleluci

    gli alberi ridono dei sogni inquieti nascosti dietro gli occhi come gechi tra l’erba all’apparire di volti. per questo segnano l’aria dissotterrata di forme nuove con foglie carnose e labbra allattate ai biancospini, un’intimità senza l’infanzia delle acque … Continua a leggere

Pubblicato in essere, rivelazione | 22 commenti

dentro il buio

l’inizio è la voce mi avvisa – quando rientro nella casa sempre la stessa nonostante i muri stipati, stretti le cornici inviolate, sorprese prive d’occhi mi guardano – e non so ancora delle maniglie serrate nell’attesa (sfiorare la freddezza levigata) … Continua a leggere

Pubblicato in morte, rivelazione | 14 commenti

paesaggi invisibili

foto Manuela Innocenti esistono i paesaggi invisibili e possono essere colti ovunque con uno stato interiore adatto.  quando osservo una sedia vuota, la rosa sulla scrivania, ascolto lo scricchiolio dei muri di una casa, la luce che s’infiltra tra le … Continua a leggere

Pubblicato in essere, morte, rivelazione | 14 commenti