è di notte che

è di notte che mi soffermo
sulla caducità delle cose
per trovare risposte
ai confini che la vita pone
tra le pieghe che solcano il viso
offuscato dalla malinconia
di non poterti ancora essere accanto
chiudo gli occhi resto immobile
mi alleno a sfiorare la morte
solo per oltrepassare quell’oltre

poterti accarezzare un attimo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in generazione di parole. Contrassegna il permalink.

2 risposte a è di notte che

  1. Emilia Barbato ha detto:

    “chiudo gli occhi resto immobile
    mi alleno a sfiorare la morte”
    Che potenza Mirella cara. Brava, brava, brava.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...