mi arrendo ai giorni

mi arrendo ai giorni scriteriati ai cappelli mai calzati alle scale prima del caffè
al conforto degli occhi all’insufficienza di mare alle genziane che sporgono curiose alle mie ceneri che tornano a risorgere agli amori mai nati a Joy che sostituisce la mia ombra alle sorelle di luna
a dare ancora un’altra possibilità
all’inverno che dimora ora sulle spalle o sulla mia pelle quando s’innestano le rose allo sciroppo di menta cioccolato
ai sorrisi di Amalia dove tutto è chiaro e mi fa festa

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in generazione di parole. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...