dentro il buio

l’inizio è la voce
mi avvisa – quando rientro nella casa
sempre la stessa
nonostante i muri stipati, stretti
le cornici inviolate, sorprese prive d’occhi
mi guardano – e non so ancora
delle maniglie serrate nell’attesa
(sfiorare la freddezza levigata) che si asciuga sulle dita
del silenzio che mi spetta
divaricato, dolce, una lunga notte
mi attraversa –
come un tempo di cera
che imprime a ciglia asciutte
il soffio dentro il buio
l’altra dimora

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in morte, rivelazione. Contrassegna il permalink.

14 risposte a dentro il buio

  1. domenica luise ha detto:

    E dentro il tuo buio, la luce di questa poesia. Accoramento, sfaldamento delle certezze interiori che non resistono al concreto andare dei giorni, la casa ha una voce che avvisa, al tuo rientro, ma non ti accoglie come un grembo sicuro, hai aspettato troppo a lungo una sorpresa, un gesto, un amore, ma ti guardano senz’occhi, direi che ti scrutano per usarti e non per ricambiare il tuo amore. Quante volte, nella mia vita, ho pensato all’amore sprecato ed ho visto l’assenza, fino a quando ho chiuso la bocca, ma non il cuore, ed adesso sorrido e non chiedo più niente a chi non ha niente da dare o così poco da essere niente. Forse la terra è fatta così: ritorneranno appena avranno bisogno di una spalla. Bellissima poesia concisa, un punteruolo nell’anima.

    • ciprea ha detto:

      per me “la casa” era mia madre, il mio porto sicuro. ora è in qualche punto dentro di me, come l’amore… grazie Mimma, c’è anche tutto il resto che dici.

  2. massimo botturi ha detto:

    confortevole, confortante
    come la tua poesia

  3. elis19mr ha detto:

    E’ la casa segreta, quella dell’amore incondizionato e sempre pronto, quello della braccia accogglienti e della saggezza.
    Bellisima metafora, rende bene l’idea del calore (e della mancanza).

    • ciprea ha detto:

      è come una voragine la mancanza, ti spalanca dentro mille sensazioni che risuonano dentro di me come una voce che si amplifica, col passare del tempo. la casa dell’amore incondizionato. è questa la mia luce nel buio.
      grazie, cara.

  4. elis19mr ha detto:

    ….ops! c’è un “g” di troppo in accoglienti.. 🙂 🙂

  5. Carla ha detto:

    quel *silenzio* divaricato della casa…
    dolce soffio dentro il buio
    dimora rivelata, freddezza levigata
    che mi sfiora…

    • ciprea ha detto:

      il silenzio si apre dolce, come un abbraccio perché possiamo percepire l’essenza del buio, quella parte che sempre ci spaventa e invece fa anche parte della vita.. grazie carla…

  6. 00chicca00 ha detto:

    il buio e il silenzio che io qui leggo anche come buio del dentro e mi piace moltissimo quel silenzio divaricato, come se il silenzio si aprisse al buio, si espandesse
    quelle ciglia di cera che meraviglia!
    bella e molto Mirella!
    chicca

    • ciprea ha detto:

      il buio è quel luogo dove possiamo ascoltare le persone che amiamo, che non ci sono più. dove possiamo sentire la nostra voce più profonda, intima, dolce…

  7. stefano re ha detto:

    Asciutta, precisa ed efficace.
    Stefano

  8. setteanelli ha detto:

    si sente il fiato
    e il suo calore
    anche nell’altra dimora –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...