accordature

è nelle pause che ci accordiamo

tra le letture ad occhi chiusi

dove pianti le mie rose bianche

nel suono lungo che accade

quando chiudiamo la porta

spalanchiamo un fiume

nella percorrenza di una bocca

nel disarmo dei corpi  quando tutto è niente

come l’origine, la sorgente

o le partiture nude dei muri

con i ritratti abbandonati di vecchie

case. alla domenica

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in generazione di parole. Contrassegna il permalink.

7 risposte a accordature

  1. massimobotturi ha detto:

    questa è proprio stupenda

  2. elis19mr ha detto:

    Incontrarsi nel silenzio, nelle pause dal vis-à-vis, nel “disarmo dei corpi quando tutto è niente”, o nelle crepe dei muri, nella musica raccolta delle vecchie case abbandonate…ma soprattutto nella mente, dove leggere l’altro è molto più semplice.

  3. carla ha detto:

    le partiture nude dei muri….
    mi ci perdo.

  4. carla ha detto:

    io trovo che addirittura ti parlino…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...